Archivi tag: Commercio

B come beeh di Banksy

Mentre ascolto i Black Rebel Motorcycle Club all’una di notte di una domenica qualsiasi annuncio al mondo che l’arte è morta.
Questo non significa che non esistano più veri artisti, ma che il loro genio viene costantemente stuprato e commercializzato dai finti artisti. I social network distruggono il vero rapporto tra arte e artista, il quale non cerca di creare qualcosa di originale ma vive come un parassita del talento e della dedizione di chi invece non sminuisce l’arte ma rimane fedele a se stesso.

Continua a leggere

A proposito del commercio equosolidale

280px-Flag_of_France.svg

 

 

 

Oggi quasi tutti, almeno una volta nella nostra vita, abbiamo sentito parlare di commercio equosolidale, ma in cosa consiste esattamente? Di seguito proponiamo la definizione del sito Artisandumonde.org: “Il commercio equosolidale è una collaborazione commerciale basata sul dialogo, la trasparenza e il rispetto: il suo obiettivo è di raggiungere una maggiore equità nel commercio mondiale”. A differenza del commercio classico, quello equosolidale si impegna a rispettare tanto il produttore quanto il consumatore, tenendo in conto i bisogni del primo e riconoscendogli la giusta retribuzione per i suoi sforzi e garantendo al secondo la qualità dei prodotti. Di fatti, questo fenomeno si è diffuso quasi dappertutto a partire dai primi anni del 2000, non solo in Francia ma anche nel resto del mondo: ciò perché i consumatori cercano prodotti di miglior qualità e allo stesso tempo vogliono impegnarsi per un atto di solidarietà verso popoli che vivono dall’altra parte del mondo. Continua a leggere